VI INFORMIAMO CHE MARTEDÌ 14 AGOSTO E MARTEDÌ 28 AGOSTO NON SI EFFETTUERANNO SPEDIZIONI

Novità dal Mondo Açaitiamo
L'ananas: il brucia-grassi per eccellenza Negli ultimi anni, con lo sviluppo delle più recenti scoperte farmacologiche, parlare di dieta equivale a parlare di Ananas. Oggi viene coltivato in particolar modo in America Latina, in Nord Africa e in Spagna, ma anche, seppur in minima parte, sul territorio nazionale, in particolare al sud, ed è considerato un vero e proprio “brucia-grassi”. Per quale motivo? Scopriamolo insieme. L’Ananas contiene all’interno del suo stelo una sostanza, detta bromelina, che altro non è che un enzima, simile a quelli presenti nel nostro stomaco, in grado di scindere le proteine e i grassi a catena lunga. E’ infatti un enzima “proteolitico”, cioè che agisce sulle proteine e altre sostanze dalla struttura similare. Questa sua azione fa si che le proteine e i grassi a catena lunga non vengano assimilati, ma vengano disciolti e mandati nel flusso sanguigno per essere evacuati. In caso di stati cellulitici e di ritenzione idrica, l’effetto della bromelina è particolarmente prezioso perché “frammenta” le proteine imprigionate nel tessuto adiposo, consentendone lo smaltimento. Mobilita quindi i depositi adiposi, favorendone lo sfruttamento da parte dell’organismo e l’eventuale evacuazione del materiale in eccedenza. Infine, favorisce la disinfiltrazione, cioè il passaggio attraverso le pareti cellulari fino al flusso sanguigno, delle “sacche” di liquido in eccesso. La bromelina è contenuta in particolar modo nello stelo dell’Ananas, tuttavia anche la polpa ne presenta delle buone quantità. La polpa ha anche il vantaggio di essere composta da più dell’80% di acqua, con un indubbio effetto drenante sui tessuti. Quindi, consumare l’Ananas a fine pasto è molto utile per combattere il sovrappeso e la cellulite, soprattutto in un corretto regime ipocalorico. Tra gli altri effetti interessanti della bromelina troviamo un efficace azione antinfiammatoria, utile in caso di edemi cutanei provocati dal grasso superfluo. La bromelina ne favorisce infatti il riassorbimento. Sembra inoltre che questa sostanza eviti l’aumento del tasso di insulina nel sangue, impedendo quindi l’accumulo degli zuccheri sotto forma di grassi e favorendone lo stoccaggio solo nei depositi epatici, da dove vengono rapidamente prelevati per essere utilizzati in particolar modo per l’attività celebrale. Questa sua caratteristica fa dell’Ananas, nonostante sia un frutto zuccherino, un alimento consentito anche ai diabetici. Infine, tra i poteri della bromelina figura anche quello di fluidificatore del sangue, che la rende utile per la prevenzione di alcuni disturbi cardiaci, come la trombosi. Al di là del contenuto in bromelina, che è senza dubbio la sua caratteristica più interessante, l’Ananas è prezioso per la nostra salute grazie all’alto contenuto in vitamina A, alleata dell’abbronzatura, e in zuccheri semplici e facilmente assorbibili. FONTE: WWW.DIET-PEDIA.NET
24/03/2013
TORNA ALLE NOTIZIE
Torna su